rss
twitter

26 febbraio 2010

13 vegano splatter

Brava gente i vegetariani.
Non solo perche' le intenzioni sono nobili ma anche perche' - come si dice qui - "you gotta feel for those guys". Voglio dire: niente prosciutto, niente salame, mai un hamburger...io non c'avrei mai tanta forza di volonta'! E i vegani, che mi dite dei vegani? Niente parmigiano sulla pasta, niente poached eggs per il brunch della domenica.
Pero', c'e' un pero' !
Sotto il mio nuovo ufficio c'e' questo take-away che si chiama Loving Hut, dove fanno roba gran ghiotta...e vegana per l'appunto.
Ecco, che cosa puoi dire di male di una piccola catena di fast food vegani, no profit, dove ogni locale e' a gestione familiare e che fa pure il mangiare buono? Niente, direte voi
Sì niente, pero' lasciati dire che se io sono tranquillo in coda ad aspettare il mio veggie burger e tu mi fai vedere sullo schermo della tv un video truculento con gli animali della fattoria sottoposti a ogni genere di tortura, sofferenza e atrocita', a mio modesto parere, non fai proprio proprio una genialata. Primo, perche' io - che sono persona media, anzi diciamo anche media tendente al sensibile - piu' che dispiacermi per le povere bestie mi incazzo che mi hai fatto passare la fame. Secondo, la prossima volta prima di tornare ci penso 2 volte e te non solo perdi i miei soldi (che e' quello che ti interessa meno) ma anche l'occasione di un confronto + costruttivo e di espormi ancora al tuo modo di far da mangiare.
Insomma facciamo a capirci: io vegetariano presumibilmente non lo diventero' mai, vegano men che meno ma se come dici sul menu', riducendo del 20% il mio consumo di carne, faccio un gran bene al mondo io ci posso anche stare. Tu, pero', smettila di fare il vegetariano splatter

13 commenti:

Fabrizio Cariani ha detto...

Go flexitarian :)

http://en.wikipedia.org/wiki/Flexitarianism

Anch'io ho l'ambizione di ridurre di un po' il mio consumo di carne, ma non per ragioni etiche, quindi il posto di cui parli mi farebbe un po' girare le palle :D

Gao ha detto...

aspetto il commento di Zion! ;-)
comunque l'idea e' buona e penso funzionerebbe molto bene anche con gli onnivori come noi... ma effettivamente ci vuole buon senso.

palbi ha detto...

fabrizio, fico! Non solo flexetarian ma qui c'e' tutto un mondo di cui non avevo idea: pescetarians, pollotarians!

gao, apposta l'ho postato di sabato.Mi son detto "Vado liscio k tanto Zion sara' a fare snow" ;o) A parte gli scherzi, sono curioso di sapere il suo punto di vista e magari anche quello di moky (che pero' latita dal blog da tantissimo!)

alice ha detto...

Guarda, da vegetarianazza per 12 anni (yess, c'è voluta l'Ammerika per farmi arrende nuovamente alla carnazza) posso dire che 'sta roba un po' come le terrorizzanti campagne pubblicitarie anti-fumo mi ha sempre fatto girare i marroni... anzichè spaventare la gente o giocare sui sensi di colpa e sull'effetto shocking, facendoti vedere il vitello picchiato e mutilato, sarebbe più maturo e forse più efficacie dare un paio di spiegazioni senza andare sullo splatter, che in fondo sul lungo termine non serve a una bega.
(Epperò sapere che lo splatter c'è è importante eh! Che non è che il pollo che ti arriva nel piatto ha fatto chissà che bella vita da ruspante... e magari qui 'sti ammericani manco lo sanno...)

Comunque voglio il mome del posto vè!
Alice

tiziano pazzini ha detto...

ecco perchè non avrò mai un blog

Baol ha detto...

Dimmi cosa vuoi ma io i vegani non li capisco, i vegetariani sì...

palbi ha detto...

alice, ma ce lo tenevi nascosto questo scabroso passato! Il posto si chiama Loving Hut e sta on 7th btn 29th&30th. E' uno di quei bugigatolli NYesi 2m x 3m ma e' abbastanza facile da trovare

T, gnarello

baol, ah adesso la senti tu zion ;)

Zion ha detto...

chia-ma-to???

geniale postare di sabato, palbi ha capito tutto...ha fatto i conti senza l'oste :D

Dai non vi ammorbo, anzi segnate pure una tacca a vostro favore. Io non sono animalista!!! Ho una sensibilità media rispetto agli animali, e anzi i ragni li butto fuori casa all'urlo di "tu non paghi l'affitto!" e se non li schiaccio è solo perchè mi fanno troppo schifo. Le motivazioni per il veg*anesimo (è chiaro l'utilizzo dell'asterisco) possono essere molto diverse dalla sensibilità per le sorti dei poveri animali.
Io non torturerei mai un animaletto (come invece molti serial killer fanno) nemmeno in nome del profitto, però il latte e il formaggio lo bevo/mangio e mi rendo complice di molti maltrattamenti per questo.
Se una persona ha molto a cuore la propria salute dovrebbe essere veg*ana.
Per migliorare le mie allergie dovrei evitare moltissimi alimenti tra cui i formaggi (sigh sigh me tapina), per esempio, e in generale tutto ciò che ha origine animale, in una società sovralimentata come quella occidentale, è alla base dello sviluppo di diverse patologie (non lo racconto io, ma studi e studi scientifici).
La mia vera personalissima motivazione invece è politico-economica, e ne ho già parlato un tantino sul mio blog. I consumatori possono fare molto grazie all'orientamento dei propri acquisti e del proprio stile di vita. Io ci credo.

Trovo che una campagna aggressiva (splatter in questo caso) non sia il modo più completo o più giusto per sensibilizzare le persone. Purtroppo però in una società cresciuta a MTV e pubblicità bombardante, ho l'impressione che la curva di attenzione si sia costantemente contratta per scendere in picchiata se non stimolata costantemente.
La campagna che hanno adottato forse va vista in questo modo. Ci sono tanti posti in cui mettono video discutibili che urtano alcune sensibilità (pensa a quelli che mettono video musicali con donne svestite senza alcuna capacità canora che si strusciano come lombrichi) ma difficilmente si decide di non tornarci. Ecco, almeno il video del fast food veg*ano è per una buona causa, non trovi?

palbi ha detto...

zion, veg*ana e pure femminista! Ma cosa dobbiamo fare con te? ;o)

Sono d'accordo quando parli di un problema di attenzione ma per essere efficace il messaggio va strutturato in maniera + complessa.
Catturi la mia attenzione (e per quello choccare va bene, ma funziona ancora meglio incuriosire), poi mi rassicuri (così io abbasso le difese) e quindi mi persuadi (guidandomi a piccoli passi che tanto a questo punto sono gia' disponibile a seguirti)
Quando fai solo la prima delle 3 cose e' come se lanciassi uno strillo forte da far sanguinare le orecchie ma nessuno capisce cosa hai detto e ti verra' in aiuto

Gao ha detto...

@Palbi: si vede che convincere e' proprio il tuo mestiere! ;-)

Moky ha detto...

Be', J ha scoperto che a Yuma c'e' un fast food vegano chiamato Nature's Express, da poco aperto anche a Berkeley, che non ha scritto vegetariano o vegano da nessuna parte nel menu. L'unico "hint" e' "100% plant based". Ed e' un successone, persino a Yuma, chi l'avrebbe mai detto, nel far west piu' far west che ti puoi immaginare!

Da vegana, capisco il tuo punto di vista. Sicuramente non una buona idea far vedere le immagini (pur vere, bada bene) di quello che succede nei macelli americani e immagino in quelli di tutto il mondo.

E siccome solo 5 anni fa anche io avevo pronunciato le tue parole, verbatin direi, ti dico che il percorso verso una dieta non cruenta e compassionevole vale la pena. E non siamo deprivati di niente (se dovessi mai vedere mio marito, capiresti!!).

Moky ha detto...

E scusami per i vari typos... :)

palbi ha detto...

so I guess it's never say never :o)

PS: oh, ben tornata!!!!!

Snap Shots

Get Free Shots from Snap.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...