rss
twitter

6 luglio 2010

6 palbi.me

Oh ma che ci fate ancora qui?
Adesso mi trovate qui (se volete) : http://palbi.me
Potete anche sottoscrivere il feed rss: http://palbi.me/rss
o collegarvi dal telefonino: http://palbi.me/mobile

In linea di massima, se non siete su tumblr non succede niente: una nuova url, un nuovo template ed e' finita lì. Se invece ci siete gia' sapete come funziona la dashboard, no?

Ci vediamo di la'

CIAO

5 luglio 2010

7 regole di merda

E' con autentico spirito di servizio che posto le regole di merda, il gioco di carte allegro e cialtrone che ci ha allietato un numero incalcolabile di serate estive quando da pischelli, in montagna, bisognava essere a casa per le 10:30...ma mica si poteva andare subito a dormire...allora si faceva qualche giro a merda con i cugini...pero' dopo un po' gli zii che erano gia' a letto, si spazientivano e dicevano "ma che e' questo casino"...e allora si cercava di abbassare la voce per una mano o due...ma poi alla fine non ci si conteneva e si cominciava a fare piu' caciara di prima...e allora agli zii gli giravano le balle...e insomma per qualcuno la serata finiva sempre in merda...ma ne valeva la pena

Posto perche' magari voi pensate di ricordarvi tutto ma poi, quando arriva il momento del bisogno, vi confondete e non sapete piu' come si fa

Segnatevi questo post, un giorno mi ringrazierete...ah se mi ringrazierete

Preparazione

Il numero di giocatori va da un minimo di 3 a un massimo di 13.
Si gioca con due mazzi, uno che si utilizza per "giocare", l'altro si utilizza per i punti, meglio detti chili di merda o sacchi di merda.
Il mazzo di gioco vero e proprio viene composto con un numero di carte pari al numero dei giocatori moltiplicato per quattro. Se, ad esempio, i giocatori sono cinque, si utilizzano 5 x 4 = 20 carte in totale. Il secondo mazzo va posizionato al centro del tavolo di gioco, in modo che sia egualmente a portata di mano e di braccio di ogni giocatore: questo è il mazzo dei chili di merda. Ora, per il mazzo dei chili, si possono utilizzare le carte scartate dal primo (mazzo di gioco) oppure utilizzarne uno nuovo.

Giocata
Il mazziere distribuisce in senso antiorario tutte le carte del mazzo di gioco. Tutti i giocatori contemporaneamente devono scegliere una delle carte che hanno in mano passandola al giocatore alla propria destra e, il più velocemente possibile, raccogliere quella che gli è stata passata dal giocatore a sinistra.
Lo scopo è di avere in mano 4 carte uguali ma di diverso seme; a quel punto il giocatore, invece di scartare, può dichiarare «merda», battendo la mano sul mazzo.

Battere merda
Questa è la fase più caratteristica del gioco. Quando un giocatore fa la merda, poggia la sua mano sul mazzo al centro del tavolo (in alcune zone si usa anche pronunciare ad alta voce merda o chili di merda oppure, a seconda delle zone, coloriti termini dialettali) e tutti gli altri giocatori devono fare altrettanto, poggiando la mano al di sopra di quella del concorrente che ha fatto merda. Il giocatore che poggia la mano per ultimo perde e prende i chili di merda dal relativo mazzo, pescando quindi una carta.
Solo chi ha le quattro carte uguali in mano può fare merda.
Proprio in virtù di quest'ultima regola, è molto diffusa la mossa della "sporca" o finta, per cui è possibile fare finte battendo la mano sul tavolo, o muovendo il proprio braccio in direzione del mazzo dei chili e/o dicendo una parola simile (es. "melma"). Un giocatore distratto potrebbe cadere nell'inganno e toccare il mazzo, e, in questo caso, dovrebbe pescare i chili. In genere, in caso di finta riuscita, il gioco viene sospeso, ma non terminato; quindi una volta pescati i chili si riprende. Se per sbaglio chi compie la finta tocca il mazzo, dovrà pescare lui stesso (in genere accade perché qualcuno spinge la sua mano sopra il mazzo).
Vince chi, esaurito il mazzo al centro ("i chili"), si ritrova con meno chili di merda o chi arriva per primo ad un punteggio stabilito all'inizio del gioco.
Punteggio: ogni carta ha il suo valore: Asso: 11 chili, dal 2 al 7 (o al 10): i rispettivi valori nominali, fante: 8 chili (o 10), donna o cavallo: 9 chili (o 10), re: 10 chili. Se si gioca con i jolly, questi valgono 25 chili di merda.

Se la spiegazione non vi basta e volete saperne di piu' cliccate qui

3 luglio 2010

11 Angela e Sandro

Avete visto le 4 pappine che la Germania ha piantato all'Argentina ? Pretty rad stuff, right?
Ma qui non e' solo questione di vincere (e convincere) e' questione che quest'anno per la prima volta ever i crucchi ispirano pure simpatia
I regazzini di 20 anni che ci sputano l'anima e c'hanno l'entusiasmo meraviglioso di chi debutta, i 2 o 3 senatori della squadra che sono esemplari nella condotta e a dar l'esempio, l'allenatore che fa la gavetta e da vice di klinsmann ai mondiali passati diventa CT titolare (prendi nota FIGC la prossima volta che fai un contratto miliardario al selezionatore)

Insomma sono io il primo che si stupisce nel dirlo ma quest'anno spero che vincano loro !

E poi, la angelona merkel negli spalti non ve lo ricorda qualcuno? Gran donna, gran donna




1 luglio 2010

17 Lesson #40

E' gia' il primo di luglio zio bono! Io non faccio vacanze fino a settembre ma immagino che qualcuno di voi ormai si stara' apprestando a partire...magari per venire qui a ammmerica
Siccome palbi ce lo sa bene che l'italiano in vacanza va nel pallone per un niente e se non adeguatamente preparato va avanti tutta la settimana a suon di pizza e di big mac ecco alcuni rapidi consigli su come si ordina da mangiare. Fra l'altro avete anche tutta la mia comprensione in questo caso perche' - diciamocelo - qui i camerieri saranno anche gentili e sorridenti ma quando parlano non si capisce mai un cazzo

Prima cosa da decidere e' se mangiate lì o portate via. Quando arriva il vostro turno di pagare il tizio alla cassa vi chiedera' immancabilmente "To stay or to go?" oppure (piu' raramente) "For here or to go?" Mi raccomando di arrivare alla cassa gia' preparati alla domanda perche', anche se adesso sembra tanto facile, sicuramente al tizio gli uscira' dalla bocca in una maniera così veloce e strascicata che se non partite gia' imparati vi impapinate sicuro! E ve lo dico perche' anch'io di solito vado sulla fiducia che di capire per davvero quello che dicono non se ne parla

Altro grosso problema e' che voi potete leggervi il menu' quanto volete, esercitarvi ripetendo 3 volte ad alta voce la cosa che avete deciso di ordinare e poi, quando ormai vi sentite sicuri, chiedere con voce decisa e scandendo tutto per benino che tanto il cameriere vi smerdera' facendovi 14 domande a tradimento su come preferite l'ordinazione: perche' qui l'ordinazione di partenza non va mai bene e ci vuole sempre un supplemento di distinguo e precisazioni
Per esempio il pane non e' mai solo pane ma dovete scegliere se lo volete white, all wheat, brown e magari nella scelta vi ci piazzano lì inaspettatanente anche bagel ed english muffin
Idem per le uova che non possono mai essere semplicemente uova ma dovete dire se le volete scrambled (strapazzate), poached (in camicia), fried (il cereghet), hard boiled (sode) per non parlare di omelette e frittata che sono uguali all'italiano ma pronunciate da loro suonano tanto esotiche.

Capitolo acqua: sparkling, still or tap (frizzante, naturale o del rubinetto)?. Date retta a me, se non siete particolarment schifiltosi e non c'avete l'intestino super debole andate con l'acqua del rubinetto che e' buona uguale e non vi costa una salassata

E poi il caffe'. Su questo varrebbe la pena di fare una lezione a parte per entrare nei cavilli di latte, macchiato e frappuccino ma ai fini odierni vi basti ricordare che se chiedete un coffee vi porterano le loro brodaglione 'mmericane mentre se volete un caffe' in tazzina come dio comanda dovete chiedere un espresso. Ma sa racumandi che questo e' proprio l'ABC

C'erano un po' di altre cose di cui volevo parlarvi tipo la cottura della carne, le diverse insalate con i relativi condimenti e la tip ma mo' devo chiudere che c'ho un po' di mail di lavoro da mandare prima di andare a dormire. Facciamo con piu' calmina nelle prossime settimane

28 giugno 2010

4 sono tornati i commenti !

Visto che c'erano sempre i commenti? Malfidenti che non siete altro !

Dopo un po' di tribolare stasera sono riuscito a importarli dentro Disqus. Fra l'altro vi volevo dire che il supporto mi ha risposto in tempo reale alle mail e ha anche educatamente preso nota della critica di alex per passarla al team degli sviluppatori. No così giusto per ricordarvelo la prossima volta che siete al telefono con fastweb ^^

A questo punto pero' ci sarebbe la parte piu' grama, ovvero esportare i commenti sul nuovo dominio che ho preso per il blog dove purtroppo la struttura di permalink non e' uguale (se qualcuno ha suggerimenti si faccia avanti, eh)

A proposito qualcuno l'ha gia' scoperto il nuovo dominio o vi devo dire tutto io?

Tranquilli comunque che non mi impunto e se diventa troppo un parto lascio i vecchi commenti di qua e dall'altra parte si ricomincia solo per i nuovi.
L'altra cosa che vi volevo dire, giusto per rassicurarvi, e' che adesso la smetto di parlarvi di geekerie e nerdazzate e ritorno a blaterare di sciocchezzuole e americanita' varie.
Pero' sappiate che anche se di solito non vi ammorbo a me parlare di geekerie e nerdazzate piace eh :P

27 giugno 2010

21 sono spariti i commenti !

Lettore allarmato: Oh no cazzo, sono spariti i commenti!
Palbi con fare sornione: Tranquillo, SNAFU
Lettore allarmato: ?
Palbi: SNAFU - Situation Normal All Fucked Up ^^

A parte gli scherzi, prima che qualcuno si preoccupi davvero, le migliaia di commenti che mi avete lasciato da quando ho aperto il blog (e a cui io tengo tantissimo) non sono scomparsi nel nulla. Sono tutti sani e salvi ma sto cercando di migrarli su Disqus
Mi sa che mi sfugge qualcosa nella procedura di importazione o che questo week-end hanno qualche problema , comunque domani apro un ticket col supporto e dovremmo sfangarla agilmente (spero)

Disqus e' una piattaforma di gestione dei commenti molto fica che rende la vita piu' facile e consente di fare un sacco di cose in piu' sia all'autore del blog che ai commentatori

All'autore del blog consente di
  • Gestire da un'unica interfaccia i commenti a blog diversi
  • Rispondere ai commenti via e-mail o direttamente dall'account Disqus senza dover aprire i singoli post (bazza)
  • Seguire i commenti che lasci in altri siti che hanno installato Disqus (bazzissima, perche' ti toglie il pensiero di tornare a vedere se l'autore del blog ha replicato al tuo commento)
E' una bazza pure per i commentatori perche' consente di
  • Decidere se seguire o no l'evoluzione dei commenti ad uno specifico post (sia per e-mail che tramite feed)
  • Ordinare i commenti come meglio vi pare (dal piu' recente, dal piu' vecchio, dal piu' popolare, ecc...)
  • Commentare come ospiti oppure loggarvi con il profilo di alcuni social network
  • Rispondere direttamente ad altri commentatori senza dover scrivere @pincopallo e stare sicuri che gli venga notificato
  • Segnalare con un like se vi piace o condividete l'opinione di qualcuno
Fatemi sapere se vi piace o se c'e' qualcosa di poco chiaro !

PS: C'e' bisogno che ve lo dica? E allora ve lo dico! Grazie 1000 per questi 2 anni e mezzo di commenti ! :)

26 giugno 2010

6 gli ultimi 15gg al cinema

Karate kid, con il figlio di will smith nel ruolo del mitico ralph macchio e jackie chan nel ruolo dell'ancor piu' mitico maestro miyagi, e' un film con un grosso problema...cioe' ce ne ha tanti di problemi (banale, maranza, retorico, improbabile, etc...) ma della maggior parte perlomeno ero ben cosciente quando mi apprestavo a pagare i $12 del biglietto. Il vero problema - quello a cui non avevo pensato - e' che il protagonista e' veramente troppo piccolo (c'avra' tipo 11 o 12 anni) e vederlo preso a calci nel sedere per un'ora e mezza prima del riscatto finale non da' lo stesso gusto che darebbe se ne avessero preso uno fuori almeno dalla puberta'. Mi domando what's next? Extreme wrestling al kindergarden?

Preso dai sensi di colpa per la sequela di robe indecorose che sto vedendo ultimamente, ho cercato di riscattarmi con il film argentino che quest'anno ha vinto l'oscar: El secreto de sus ojos. Fra l'altro così ho anche esercitato un po' lo spagnolo questa settimana che il corso e' fermo. Il film e' molto bello...secondo me indegno di aver strappato la statuetta a Das Weisse Band (che, invece, e' proprio un capolavoro) ma comunque molto bello! Si tratta di un giallo di impostazione tradizionale con un intreccio solido, coinvolgente e spesso inaspettato; un sacco di robe pregevoli sul fronte della regia (tipo la scena dello stadio in piano sequenza e quella dell'ascensore per chi ha visto il film) ; attori eccellenti e sempre credibili. Ma la marcia in piu' il film la mette quando affronta sullo sfondo alcuni temi piu' intimi e trasversali: il desiderio, la passione, i compromessi. Vedetelo se potete

Snap Shots

Get Free Shots from Snap.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...