rss
twitter

31 maggio 2010

18 'sti cazzi del quiz

Guarda che con mossa a sorpresa vi ho trovato il modo di mantenere in vita la gloriosa rubrichetta dello 'sti cazzi che avevo deciso di mandare in pensione praticamente prima di cominciarla
L'idea sarebbe questa: io vi piazzo lì 3 indizi e voi provate a indovinare qual e' la celebrity di bassa lega che palbi ha incontrato per le vie di manhattan

La 'sti cazzi della celebrity di oggi e' una donna e l'ho incontrata da abc home dove eravamo entrambi intenti a comprare mobili per arredare la casa. E per comprare intendo che lei comprava mentre io mi segnavo le cose che mi piacevano per vedere se c'e' modo di trovare delle copie che non costino come un'automobile di media cilindrata in qualche magazzino di dubbia reputazione a brooklyn.

Ecco i 3 indizi:
  1. In una vecchia sit-com, trasmessa brevemente da rai 2, era la sorella del Lex Lutor di Smallville
  2. E' stata l'eroina di un fantasy in cui prendeva a calci in un culo i cattivoni
  3. La si ricorda per un bacio lesbico
Troppo facile? Troppo difficile? Onestamente mi sono attenuto a una linea semi-buonista, visto che e' la prima volta, e secondo me avete tutti gli alimenti per farcela in scioltezza. Aspetto di sentirvi nei commenti !

PS: Non barate, eh! (a chi cerca su google non gli tira piu'...e se e' femmina, al di lei consorte)

30 maggio 2010

14 lesson #35

In inglese non esistono il femminile ed il maschile come siamo abituati ad usarli in italiano: i sostantivi normalmente non si declinano e gli aggettivi sono invariabili.
Direi che si vive bene anche così sebbene, soprattutto al lavoro, a volte ci si debbano inventare mezze acrobazie diplomatiche quando dopo 6 mesi di scambi di e-mail si incontra per la prima volta un buyer che si chiama Casey o un editor di nome DJ e il sesso non e' quello che ci si aspettava.

Detto, questo ci sono 4 casi in cui e' facile distinguere se una parola e' femminile

C'e' il femminile in ess, come per le parole actress e lioness o per tutti i titoli nobiliari: princess, countess, duchess, etc...
Occhio che il suffisso ess indica che la parola e' al femminile ma a volte il significato e' diverso da quello della parola radice. Vi faccio qualche esempio così mi spiego: host significa padrone di casa e resta uguale anche al femminile mentre hostess e' l'assistente di volo; governor e' il governatore - maschio o femmina che sia - mentre governess e' la governante dei bambini.

Poi c'e' il femminile in ette, a cui di solito si accompagna anche l'idea di una cosa minuta e carina.
Per esempio c'e' la bachelorette che e' la ragazza non ancora sposata, la majorette che e' la ragazza che fa roteare il bastoncino nelle parate (si dice anche in italiano, no?) o - per fare l'esempio di un oggetto - la kitchenette, che e' la piccola area cucina adiacente alla sala.

Ovviamente esiste il femminile in woman per tutte quelle parole che al maschile finiscono in man. E quindi come c'e' il policeman c'e' la policewoman e come ci sono i business men ci sono le business women.

Infine c'e' il femminile in she, dove lo she solitamente precede la radice della parola. C'e' la she devil (diavolessa), la she wolf (la lupa come canta Shakira) e la she male (la trans).
E direi che con la trans il post sull'uso del femminile in inglese lo possiamo anche chiudere

26 maggio 2010

30 americanista

Lo so che ultimamente da me sentite sempre la stessa solfa: che l'italia e' cupa e nera e in america il cielo e' sempre piu' blu! Pero' cercate anche voi di capire il sottoscritto che si trova lontano, in terra straniera, e piu' che dei traumi del piccolo nathan falco e di elio germano censurato al tg1 non sente parlare.

La mia ultima posizione da (improvvisato) americanista militante e' questa qui: la scuola americana e' migliore di quella italiana e non ci sono cazzi.

L'altro giorno parlavo con dei ragazzetti all'ultimo anno di high school.
Mi dicevano che per prendere il diploma devono completare 72h di volontariato nel corso dell'anno e far parte di almeno un gruppo sportivo (che se poi non sei atletico va bene anche il bowling perche' quello che conta e' imparare a organizzarsi, competere sportivamente e stare insieme)

Perche' in italia no?
No davvero...se lo sapete ditemelo voi perche' io ci ho pensato su e non ho trovato una spiegazione decente. C'abbiamo paura che i nostri pargoli poi non studiano abbastanza? Oppure e' perche' pensiamo che obbligarli a far qualcosa e' filosoficamente sbagliato...e allora e' meglio lasciarli democraticamente liberi di farsi i fatti loro?
Insomma secondo voi e' veramente sano, giusto e produttivo per il paese che alla fine per essere promossi a sti ragazzi basti passare i pomeriggi a casa e impararsi a memoria la lezione?
Per la loro formazione di ometti e cittadini secondo me e' + importante che imparino un po' a stare al mondo piuttosto che a risolvere i problemini di trigonometria o a declinare rosa, rosae...no? Con tutto il rispetto per i seni ed i coseni ovviamente

23 mangio tutto quello che voglio ma non ingrasso

...che e' la frase tipo che dicono tutte le modelle nelle interviste, no?
E io giustamente ci ho sempre creduto perche' sono modelle mica esseri umani come me o te, lettore di passaggio su queste pagine.
Fatto sta che oggi arrivo tranquillo alla lezione di spagnolo sorseggiando un frappuccino al caramello con panna doppia, tazza grande...ah - ci terrei a dirlo - io di solito mica le prendo quelle schifezze lì pero' c'avevo $1 di sconto in quanto mayor dello starbucks su foursquare, pareva pure brutto non approfittarne.
Dicevo che arrivo alla lezione e noto che compagna di corso modella c'ha l'aria un po' sfranta ma non faccio caso piu' di tanto perche' mi sto lavorando un blueberry muffin e sono tutto intento a fare scarpetta nella panna del frappuccino.
Col trascorrere del tempo pero' il patimento di compagna modella diventa sempre piu' evidente e bisogna chiederle che cosa c'e' che non va.
Salta fuori che la poveraccia per poter lavorare, non solo non mangia tutto quello che le pare (pensa un po') ma, dietro raccomandazione dell'agenzia, questa settimana sta addirittura facendo la dieta della limonata che consisterebbe, per l'appunto, nel bere limonata con sciroppo d'agave (una specie di zucchero che non e' zucchero se ho capito bene) e una puntarella di pepe (che da' quella botta di vita che ci vuole). Limonata a colazione, limonata a pranzo, limonata a cena e - se non si fosse capito - nient'altro mandato giu' prima, dopo o durante.
Non e' un mondo bello quello in cui viviamo, eh

23 maggio 2010

18 Lesson #34

Ritorna il nostro corso settimanale con una lezione che mi e' stata espressamente commissionata dall'istituto di lingue straniere della Oxford University. Il sottoscritto e' lusingato dall'onore attribuitogli ed e', inoltre, personalmente convinto che si trattera' di un passo importante per il vostro uso consapevole della lingua inglese a livello advanced. Insomma, oggi approfondiremo insieme la parola merda in tutte sue principali sfumature.

Per non buttarla subito in vacca cominciamo con la versione piu' politicamente corretta, la parola da utilizzare quando si allude a quella cosa lì in un ambiente in cui non si dovrebbe parlarne. In questi casi con il tipico perbenismo americano si ricorre ad un acronimo: BM che sta per bowel movement (movimento di intestino). Per farvi un esempio immaginatevi la signora stitica che va dal medico e gli dice con tono grave: I haven't had a bowel movement in one week (E' una settimana che non cago). Honestly, ditemi voi se sono o non sono sublimi a volte?!

La parola che si usa per parlarne con i bambini, invece, e' poo. Tipo la mamma premurosa che chiede Do you need to go poo, honey? (Devi fare la popo', ciccetto?). Si puo' dire anche poop con la p finale, ma se si parla con i bambini di solito e' solo poo. Con gli adulti se usate poop con la p magari mantenete un briciolo di dignita' in piu', ma non ci sono grosse differenze.

Poi ci sono le parole piu' tecniche che, sostanzialmente, suonano uguali all'italiano: feces, excrement, etc.. Ma direi che su queste non vale la pena di approfondire piu' di tanto

E arriviamo così alle 2 parole di uso piu' comune: shit e crap.
Anche se fondamentalmente si tratta di sinonimi vi volevo mettere in guardia su alcune importanti differenze nell'utilizzo figurato di questi termini. Se vedete uno che ce le ha girate esclamare "This is crap" quello che vuole effettivamente dire e' "merda" come si direbbe in italiano, nel senso di una cosa di poco valore, inaccurata o fatta male. Se uno, invece, dice "This is shit" la traduzione corretta in italiano quasi sempre non e' merda ma "cazzata", nel senso di cosa non veritiera, poco seria o in mala fede.
Se le cazzate sono tante e di un certo peso si usa l'espressione bullshit, perche' - come si sa - i tori quando la fanno, la fanno a quintali.
Passando dal grande al piccolo, chickenshit, invece, e' il corrispondente della nostra espressione "essere un cacchina", nel senso di...mah non saprei come spiegarlo meglio, comunque lo sapete cosa vuol dire essere cacchina, no?

Da notare anche che, in altri contesti, la parola shit puo' essere uno slang - a suo modo affettuoso - per dire semplicemente "cose" o "robe". Tipo nelle espressioni: I like this shit (questa roba mi piace) o This is the shit I'm digging (queste sono le cose che mi piacciono)

Ce n'e' a bizzeffe di espressioni da sapere: shit my pants, beat the shit out of somebody, you know your shit, don't take no shit, etc.. ma mo' che avete il vocabolario di base dovreste essere in grado di capirle tutte senza grosse difficolta'. E se, invece, avete dei dubbi, come al solito fate un fischio!

PS: a volte rileggo i primi post di questo blog, che erano tutti perbenino, ben scritti, grammaticalmente corretti e rispettosi del comune senso del pudore. Occasionalmente mi pare addirittura di aver sfornato cose di senso compiuto! Diciamo che con il passare del tempo la scrittura del blog rispecchia maggiormente il vero modo di parlare dell'autore...che, diciamocelo, e' perbenino nello spirito e buono nelle intenzioni...ma nei modi oxfordiano non lo e' mai stato

22 maggio 2010

12 'sti cazzi della rubrichetta

La prima parte di questo post l'avevo scritta la settimana scorsa ma alla fine avevo deciso di non pubblicarla perche' questa rubrichetta sugli avvistamenti - a pensarci bene - non ce ne ho proprio per il cazzo di farla. Ieri, pero', tornando dal lavoro ho fatto l'avvistamento degli avvistamenti e come facevo a far finta di niente!

PARTE PRIMA (quello che non avreste letto mai)
Ho capito che questa cosa dello sti cazzi vi piace e allora - sai che si fa ? - mi sa che la trasformo in un appuntamento ricorrente

Gli avvistamenti della settimana sono Matthew Modine e Mario Cantone.
Sti cazzi! Chi sono? Chiederete giustamente voi. E ammetto, pure io, di aver dovuto cercare i nomi su internet ma, insomma, il senso della rubrica e' quello lì, no?

Matthew Modine e' attore holywoodiano di medio calibro...anche se andando a controllare bene la filmografia noto che l'unico film davvero conosciuto e' Full Metal Jacket (1987!). Poi qualche flop in film importanti, qualche riconoscimento per film minori e comparsate in tv. Ecco, io ho da dire una cosa sola sul buon Matthew: com'e' invecchiato! Certo confrontare una persona con la sua versione del 1987 e' forse un po' ingiusto ma 'sti cazzi di quel che e' giusto.
Mario Cantone, invece, e' l'amico gay di Charlotte in Sex & the City e credo abbia una discreta carriera di stand-up comedian a new york. Considerato il fatto che adesso esce SATC2 forse e' addirittura lui l'avvistamento piu' pregiato dei 2. Sti cazzi !

Per oggi e' tutto cari miei.
Il vostro palbi vi saluta ma resta sempre all'erta: la caccia al b-lister non conosce tregua

BREAKING NEWS: Palbi avvista Anderson Cooper
E qui immagino gia' il pubblico che mi si divide
I lettori italiani giustamente mi diranno 'sti cazzi (*ndr: sti cazzi romano) di Anderson Cooper, mai sentito! Pero' i miei compagni di merende d'oltreoceano saranno lì che dicono, maroooo' Anderson Cooper! Sti cazzi (**ndr: sti cazzi nordico)
Perche' Anderson Cooper per chi non lo sa e' 1) il volto simbolo della CNN da un decennio, 2) probabilmente il giornalista piu' famoso d'america e 3) anche uno che io rispetto un sacco.
Ecco ho visto Anderson Cooper, poi ho pensato al tg1 e mi e' scesa la tristezza


Quindi per chiarirci tra di noi, gli avvistamenti dei b-lister - contrariamente alla falsa promessa della prima parte - non ve li posto + ma se dovessi incontrare obama, lady gaga o il dottor house sarete fra i primi a saperlo eh.

20 maggio 2010

10 B1H1J2E1B

Lo sapete che quanto a visti il sottoscritto non si e' fatto mancare mai niente.
Questa settimana l'ufficio immigrazione mi ha accettato il cambio di status, con validita' da ottobre fino a fine 2013.

Il cambio di status ti da' diritto di restare ma non di viaggiare fuori dai confini degli Stati Uniti, quindi verso settembre si puo' ricominciare con le pratiche per il visto numero 4

Sempre in ballo

PS: ho riletto e non so perche' il tono del post sembra scazzato ma sono contento eh

19 maggio 2010

16 quanto costa il trasloco (a ny)

La guida pratica di palbi alla vita del (non +) giovane emigrato si arricchisce di un nuovo capitolo. Quanto costa un trasloco a NY?
  • $100 di deposito quando blocchi l'appartamento. Non refundable per altro...come dire che se poi ti cannano al credit check, ti attacchi
  • $1 a usps per farsi inoltrare la posta al nuovo indirizzo
  • $40 a twc per girare l'abbonamento di internet e tv (ma quando arriva la bolletta chiamo il call center e vedo se riesco ad avere un refund xke' mi pare proprio un furto)
  • $50 di scatoloni e materiale di imballaggio al container store...I know, I know hard to believe but that's manhattan
  • $300 alla ditta di trasporti (after tip). $85 all'ora e trasloco filato via liscio in circa 3h con gran sollievo e soddisfazione da parte del sottoscritto
Per arrivare ad un onesto totale di $500 scarsi (io temevo quasi il doppio)

Fra l'altro se e' filato tutto liscio e' soprattutto perche' ho lavorato con 2 bravissimi professionisti a cui ho gia' scritto le referenze e che mi fa piacere raccomandare pure qui: quella gran sgnacchera della Danielle che - cosa rara per un broker - ha ascoltato quando le spiegavo cosa stavo cercando e mi ha fatto perdere tempo zero mostrandomi non piu' di 5 appartamenti ma tutti perfetti per me o quasi ; e quel gran sfacchinatore di Ray che mi ha fatto un trasloco smooth & easy senza fare neanche un graffio ad un bicchiere. Quando va detto va detto

17 maggio 2010

24 saluti dal nuovo appartamento

Questo panorama e' qualcosa, neh ?

Photo @Empire Palbi

13 maggio 2010

6 8 ore, 2 scatoloni e 1 domanda

Ho passato una bellissima serata con i miei (praticamente ex) vicini di casa
Potevi anche farci amicizia prima, direte giustamente voi.
Chissa' se prima sarebbe stata la stessa cosa pero', chiedo io

Aggiornamento trasloco:
meno 8h (e quello e' sicuro) e 2 scatoloni (ma 'sta stima ormai e' francamente priva di ogni credibilita' perche' e' gia' la terza volta che mi dico che me ne mancano 2)

8 little boxes full of ticky tacky

11 maggio 2010

9 la tutor trash

La tutor domenicana ci ha messo tempo ad ingranare ma adesso sta cominciando a regalarmi soddisfazioni pure lei. Siamo ancora lontani dalle vette calimeriche del mio prediletto tutor guatemalteco ma intravedo del potenziale. Quanto quello era iellato, quest'altra e' trash.
Oggi, per esempio, due deliziosi aneddoti.

Il primo ha per protagonista lo zio, il cui ristorante nel bronx ha la cucina infestata da - cito testualmente - pantegane grosse come chihuahua. Non e' che la cosa di per se' mi abbia schifato piu' di tanto, perche' trovalo tu un posto a ny a prova di ratti e cocorocci! Mi ha un filino di piu' inquietato scoprire che il suddetto zio i topi li ammazza prendendoli a mazzate con lo stesso asse su cui poi fa a pezzi il pollo (trash in cucina aka ma che e' questo saporino?)

Il secondo ha per protagonista un ex fidanzato: un po' pigro dice lei, ma - non so - forse il giudizio e' un po' ingeneroso. Questo ragazzo d'oro si contraddistinguerebbe per la regale abitudine di svuotare le bottiglie di plastica e utilizzarle come pitale quando sta a letto anziche' alzarsi e raggiungere il bagno che - diciamocelo - l'e' una fatica (trash in camera da letto aka se la sera a letto vi viene sete, date retta a me e fate 2 passi fino alla cucina)

Ah il sudamerica, una terra nata per regalarci soddisfazioni (trash in tutto il continente aka pausini&contenti)

10 maggio 2010

12 ITP Spring Show

Sono tornato adesso dalla NYU dove gli studenti dell'Interactive Telecommunications Program (ITP) esponevano i loro lavori di fine anno.
A me francamente m'ha riempito di entusiasmo vedere questi mocciosetti dall'aspetto bimbominkia discutere con non-chalance di robotica, augmented reality, interactive tv e mobile technology.
Come mi hanno messo di buon umore l'orgoglio di mostrare il proprio lavoro, i sorrisi sinceri e un po' imbarazzati di fronte a un complimento o il modo in cui si affrettavano a prendere un appunto se gli davi una dritta su come migliorare l'usabilita'.
Per la lista completa dei progetti cliccate qui, mentre l'universita' italiana la trovate qui

3 New York Times weekender

La pubblicita' che ho scelto per il mese di maggio e' quella del NY Times che promuove un abbonamento speciale per l'edizione del fine settimana.
Non e' che sia uno spot memorabile ma ve lo volevo far vedere perche' c'e' dentro un ragazzo che fa il cameriere in un locale vicino a casa mia. Una cosa abbastanza nyese, I guess.

8 maggio 2010

12 Lesson #33

Sinceramente questa settimana avrei voluto passare sul corso di inglese perche' ho avuto zero tempo per pensarci. Pero' , siccome la settimana prossima sara' pure peggio e si salta sicuramente, mi pareva brutto lasciarvi a stecchetto per 15gg. Quindi ho deciso di andarmi a ripescare questi 2 vecchi draft che stavano lì in sospeso da un bel po' e che in situazioni normali non avrebbero visto la luce perche', come dire, non e' che sia proprio materiale di prima qualita'.
Che volete farci? Questo giro tocca che vi accontentate

Lesson #33 - parte 1
Il verbo to guess puo' significare varie cose: "indovinare" come nell'espressione Guess who's coming for dinner? (Indovina chi viene a cena?) oppure "immaginare" come nella frase I guess the 2 of you already know each other (Immagino che voi 2 vi conosciate gia').
Se pero' utilizzate I guess come intercalare di solito vuol dire una cosa un po' diversa.
Per esempio se uno vi dice "I am from East Pennsylvania, I guess" non e' che e' cretino e non e' sicuro di dove e' originario ma vuole solo mitigare la perentorieta' della frase come si fa con l'italiano direi. Uguale per I suppose direi...cioe' I guess

Lesson #33 - parte 2
Nel 99.9% dei casi gli aggettivi e i sostantivi di nazionalita' sono uguali.
Italian, American, Brazilian sono uguali sia che si parli di un Italiano (o Americano o Brasiliano) sia che vengano usati come aggettivi per accompagnare una parola (Italian cuisine, American pie, Brazilian wax)
Ci sono alcune eccezioni che dovreste tenervi a mente. Non e' che la gente non vi capisca se usate l'aggettivo al posto del nome pero' voi volete parlare come si comanda, no?
Spagna -> Spaniard e' il nome e Spanish l'aggettivo
Svezia -> Swede (nome) e Swedish (aggettivo)
Turchia -> Turk (nome) e Turkish (aggettivo)
Polonia -> Pole (nome) e Polish (aggettivo)

Poi ci sono un paio di casi in cui aggettivo e sostantivo, di fatto sono uguali ma alla fine del sostantivo e' meglio appiccicarci man (o woman) per suonare corretto come per Irish man o French man

6 maggio 2010

22 emergenza sanitaria

Ormai manca una settimanella al trasloco. Ovvio che qui non si fanno le faccende da ormai 15gg.
Va bene tutto ma di pagare la signora per pulire un appartamento da cui me ne sto andando non mi pare il caso e di fare per conto mio non ne ho manco per le balle. Insomma per farla breve la casa e' un porcile con 3 dita di polvere sui mobili, palle di starpaglia che si muovono sul pavimento come nei film western e il bagno, beh il bagno lasciamo proprio perdere che poi andiamo nel TMI.

Per il resto i preparativi procedono, a rilento ma procedono. Gia' chiamato le poste per cambiare l'indirizzo, girate tutte le utenze e raccolto 6 o 7 preventivi da ditte di traslochi (grazie a un sito fichissimo dove tu spieghi di cosa hai bisogno e scatta un'asta tra le ditte). Devo ancora sentire l'attuale padrone di casa per la restituzione della caparra (e lì so gia' che sara' una pena, anche se mi sono portato avanti non pagando gli ultimi 2 affitti) e fissare un appuntamento con il super del nuovo building per essere sicuro che l'appartamento sia sistemato come si deve per quando ci entro.

In sintesi, se non prendo prima il tetano o non vengo risucchiato in un mulinello di lerciume dovrei arrivare al giorno del trasloco con tutto pronto. E lì sara' il vero rebelot

3 maggio 2010

13 ma a voi freddie kruger vi faceva paura?

Ve lo dico subito che il nuovo nightmare non fa paura per un cazzo
Motivo per cui io polemicamente ci metto la fotina di un uomo una leggenda Robert Englund. Mo' la domanda mi pare legittima

2 maggio 2010

7 per combattere l'acne

E' tutto il week-end che gira nel mio ipod e che mi fa sentire un po' così.
C'e' da dire che a me basta proprio un niente per farmi sentire un po' così.

Snap Shots

Get Free Shots from Snap.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...