rss
twitter

27 maggio 2009

15 Noemi e Monica

Premetto che da qui non e' che stia seguendo piu' di tanto e quindi non so se il paragone e' gia' abusato...ma non sembra anche a voi che la vicenda Berlusconi-Noemi assomigli a quella di Bill Clinton e Monica Lewinsky?

All'epoca la pensavamo tutti allo stesso modo: politicamente irrelevante, sollevata in maniera speciosa da un'opposizione arrivata alla frutta e incredibilmente di cattivo gusto.

Adesso la dobbiamo pensare diversamente perche' si tratta di Berlusconi ?


15 commenti:

Fabrizio Cariani ha detto...

Il principio del tuo ragionamento e' corretto, ma ci sono asimmetrie rilevanti.

1) Clinton non ebbe problemi per l'infedelta' (affari suoi dopotutto), ma per aver spergiurato davanti ad una Grand Jury.
2) se la speculazione e' confermata, la tipa era minorenne. Vabbe' che probabilmente in Italia e' pure legale che un settantenne vada con le minorenni, pero' mi pare un tantino peggio ...

Zion ha detto...

quoto Fabrizio, e ti consiglio la lettura di questo link.

dancin' fool ha detto...

sottoscrivo anch'io fabrizio e aggungo che anche a me può "dar fastidio" vedere la nostra politica ridotta ad articoloni di prima pagina dove si discute del rapporto tra un settantenne (delinquente ma al nostro "governo") e di una minorenne ((in "teoria", a parte la minore età di allora e se il rapporto fosse circoscritto alla sfera sentimentale sarebbero fatti privati - come non sono, invece, perchè si parla anche di carriera e favori e posizioni di potere). e che il problema vero sia il fatto che questa persona avrebbe dovuto essere processata a tempo debito e non avrebbe mai dovuto trovare le porte aperte per stare dove sta e per crearsi delle leggi che gli impediscano di sottostare alla legge come tutti. è antidemocratico e anticostituzionale. ormai fa il bello e cattivo tempo, mente, tratta un Paese come la sua proprietà personale, candida soubrette per ovvi motivi di convenienza (e "insulta" in tal modo tutte le altre donne che studiano e sono davvero capaci - no, non gli fa un "favore" come dice).

ecc... ecc... ecc... mi fermo.

ciao ciao

Jannessinho ha detto...

Fabrizio docet. Quoto sopratutto il secondo punto.

Anonimo ha detto...

- chi l'hai mai considerato irrilevante? In italia dove consideriamo tutto "irrilevante"?
- il nostro si fece promotore con Fini (che ha fatto un figlio con una mezza soubrette di 30 anni meno e ha di corsa lasciato la moglie) e Casini (pure lui divorziato e risposato con figli dappertutto) del FAMILY DAY ...
- attenzione che quando sei un personaggio pubblico, di responsabilita', non puoi appellarti "alla sfera privata"..soprattutto quando rappresenti un paese e i tuoi elettori, anche con i tuoi comportamenti.
- sono cmq convinta che ogni paese ha i governanti che si merita, ahime'...est

Anonimo ha detto...

- chi l'hai mai considerato irrilevante? In italia dove consideriamo tutto "irrilevante"?
- il nostro si fece promotore con Fini (che ha fatto un figlio con una mezza soubrette di 30 anni meno e ha di corsa lasciato la moglie) e Casini (pure lui divorziato e risposato con figli dappertutto) del FAMILY DAY ...
- attenzione che quando sei un personaggio pubblico, di responsabilita', non puoi appellarti "alla sfera privata"..soprattutto quando rappresenti un paese e i tuoi elettori, anche con i tuoi comportamenti.
- sono cmq convinta che ogni paese ha i governanti che si merita, ahime'...est

palbi ha detto...

mmh...non mi avete mica convinto

Anonimo ha detto...

che berlusconi sia un pessimo esempio politico e morale per l'Italia, che ci abbia cresciuto a pane, veline e tronisti, cio' non toglie che lui rappresenti una corrente politica e sieda in parlamento, cioe' ci rappresenta con le sue azioni pubbliche e private. Se gli piace fare il casamorto con le minorenni, tanto da far scattare un divorzio (il secondo) potrebbe avere il buongusto di non ergersi a paladino della fede e della famiglia cattolica, no? non pensi che l'impegno polico serio coinvolga sia il pubblico sia il privato? come fai a predicare bene e razzolare male?

Zion ha detto...

forse questo link è più esplicito.

palbi ha detto...

ester, mi chiedi se credo che un politico debba essere pronto e disposto a rendere conto dei suoi affari privati di fronte a chi lo ha eletto? SI penso di sì. Mi chiedi se credo sia giusto? Allora la risposta e' NO. Anzi trovo abbastanza aberrante che tutto un paese vada a inseguire i dettagli piccanti della vita intima di un cittadino (che sia Berlusconi o Mario Rossi)

zion, all iberian! Quello sì che e' un tema su cui vale la pena di accalorarsi. Noemi? No, quello no

Anonimo ha detto...

purtroppo non sono "dettagli piccanti della vita intima di un cittadino", perche non si sono incontrati in hotel blindati o sotto mentite spoglie...lui nelle vesti di capo di governo si è presentato alla festicciola del 18 anni e lei nelle sue ville, dove lui fa anche i party per i capi di governo. la vita diventa "intima" quando fa piu' comodo?ribadisco, se ti interessi della vita intima dei tui concittadini, promulgando i valori cattolici di famiglia straight tutta mulino bianco e pan di spagna, poi te la fai con le ragazzine?

Anonimo ha detto...

http://www.timesonline.co.uk/tol/comment/leading_article/article6401859.ece

Anonimo ha detto...

http://www.timesonline.co.uk/tol/comment/leading_article/article6401859.ece

MarKino ha detto...

è vero, l'obiettivo in entrami i casi è lo stesso, mettere in crisi il leader di governo.
è diverso però quello che "fa scandalo", che si utilizza per incrinare la credibilità del suddetto leader:
nel caso di Clinton, l'accusa era si quella di aver mentito davanti ad una Grand Jury, ma, di fatto il cuore era lo scandalo sessuale;
nel caso del Silvio, non è tanto lo scandalo sessuale, amio parere, ma l'attegiamento da Imperatore, citando la ex (?) moglie, che lo fa agire come se fosse al di sopra di tutto e di tutti: dei colleghi di partito, della legge, della meritocrazia, dell'intelligenza dei suddit... degli elettori, delle istituzioni etc. etc... noemi è la goccia che ha fatto traboccare un vaso (capiente) che si è riempito a furia di "sono stato frainteso", di "voi dell'Economist siete tutti comunisti", di veline ministro, di "il parlamento è inutile"... enough is enough...
o almeno spero.

Bostoniano ha detto...

Palbi, ricompaio dopo qualche mese di sparizione reciproca. Avevo fatto un post del genere e per certi versi sono d'accordo, ma per altri non puoi considerarlo politicamente irrilevante. Rispondendo a un commento a uno dei post (frustratissimi) che avevo scritto in merito, ho sintetizzato così quelli che sono stati in realtà giorni di discussione con un paio di persone piuttosto sveglie:

...Quello che è assolutamente fuori luogo è che un settantenne si accompagni a fanciulle in fiore, trasmettendo loro l'idea che una donna nella vita deve limitarsi ad aspettare uno sugar daddy ed essere decorativa e di intrattenimento (leggero, per carità). Ed è ancora peggio farlo da una posizione in cui le sue deviazioni malsane diventano cultura. C'è poi la considerazione di quest'uomo che prende due piccioni con una fava facendo fare a queste oche giulive carriera politica, riempiendo il parlamento di persone non qualificate che non solo fanno quel che dice il capo ma non avrebbero i mezzi per contraddirlo neanche volendo.

Ciò detto, temo che la storia alla fine servirà a poco e che ci sia da prepararsi a un bel bagno.

Snap Shots

Get Free Shots from Snap.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...